Le migliori guide turistiche (che preferisco!)

Ci sono persone che vivono la vacanza come la massima espressione di libertà, nel senso che anche davanti ai monumenti preferiscono guardare, farsi un’idea e andar via senza per forza doversi informare. Altre persone, invece, devono assolutamente sapere. E in effetti è triste ammirare qualcosa senza capirne il significato.

Le guide turistiche servono a questo, e non devono per forza essere figure umane. Potete infatti acquistare una guida cartacea e portarla sempre con voi, come una sorta di “Bibbia” delle vacanze, pronti a consultarla per capire quel che state vedendo con i vostri occhi. Ma come si fa a fidarsi? Siamo sicuri che le guide siano davvero questo pozzo di informazioni autentiche? Sono molte quelle tra cui scegliere, ma ecco quali sono le migliori … le più affidabili.

Ve le elenco in ordine di preferenza:

Lonely Planet

È sicuramente la numero uno. Fondata in Australia nel 1973, da un ingegnere e dalla moglie che volevano solo raccontare il proprio viaggio in Turchia e in Afghanistan, per oltre dieci anni questa guida si è occupata soltanto dei Paesi asiatici. Gradualmente però si è aperta ad altre regioni del mondo e nel 1990 contava già più di 70 voci di Paesi. Dettagliatissima, precisa, attenta anche alle condizioni politiche e sociali dei luoghi, Lonely Planet si appoggia spesso a guide che vivono nei Paesi che descrive e dunque è sicuramente “sul pezzo” in ogni istante. La gemella italiana di questo tipo di guida è la guida del Touring Club, sempre affidabile e completa.

National Geographic

È al secondo posto perché si serve del famoso magazine da cui discende per descrivere le località con attenzione maniacale. Caratterizzata da attente descrizioni, anche storiche, dei monumenti e soprattutto dalle fotografie bellissime, invoglia immediatamente a partire e a visitare il pianeta.

Mondadori

Mondadori è tra le migliori guide turistiche italiane, specialmente se volete ammirare un monumento e capirlo senza perdere troppo tempo a leggere. Molte foto, molte mappe, molte ricostruzioni in 3D la rendono accattivante e le didascalie sono scarne, essenziali ma mai banali. La forza di questi libri sta nella sintesi che consente di imparare senza però mai annoiarsi. Non a caso è la guida preferita dei più giovani, che vanno sempre di fretta ma senza rinunciare a conoscere.

Feltrinelli

Ecco l’altra grande casa editrice italiana che si dedica con passione ai viaggi. Le guide turistiche di Feltrinelli sono ricche di splendide foto e hanno descrizioni attente e mirate, complete spesso di mappe. Feltrinelli ha anche curato la collezione completa in italiano delle Rough Guides, le guide scritte da persone che vivono e lavorano nei posti che descrivono. Dunque le informazioni che si trovano in questa collana sono certamente vere al cento per cento.

Iscriviti per ricevere la mia newsletter settimanale

Offerte sui viaggi, notizie interessanti, podcast e tanto altro sul mondo del travel!

Rispondi